Io sono della scuola per la quale chi lavora con i viaggi, o come me, chi scrive di viaggi, deve essere prima di tutto un viaggiatore, ma se hai intenzione di lavorare nell’industria del turismo, per prima cosa devi essere preparato e sempre aggiornato.

Ho iniziato ad occuparmi dell’industria turistica in maniera professionale da 5 anni, prima facevo tutt’altro, ho dedicato molto tempo a capirne i suoi funzionamenti, ho studiato molto e soprattutto cerco di aggiornarmi tantissimo e negli anni ho capito che uno dei migliori modi d’aggiornarsi è partecipare alle fiere di settore. Io come in tutti gli ambiti sono sempre stata un po’ “secchiona” e diciamo che dedico molto tempo alle fiere del turismo nazionali e internazionali.

In Italia negli ultimi anni ha preso piede la fiera No Frills di Bergamo, un incontro che punta specialmente all’innovazione e all’individuare le strategie future in ambito turistico.

In tutti gli aspetti del turismo, che tu sia un operatore, un blogger o uno sviluppatore di app, individuare la giusta direzione è la chiave del successo. Personalmente cerco di seguire più panel io ritenga interessanti, a prescindere dall’applicabilità immediata che intravedo nel mio lavoro, a volte ascoltare è come piantare dei semi nella testa, che poi troveranno la propria strada per germogliare.

Per questa edizione 2015 del No Fills ho deciso di seguire:

–       Intimacy, la dimensione social del turismo (per un uso sano e consapevole)

–       Algoritmi che cambiano e strategie che li seguono, senza dimenticarci i biscotti. Facebook, Google, il Mobile.

–       Il meraviglioso mondo delle app per smartphone – HTML5: una valida alternativa alle App native

–       Il turista di oggi e quello di 10 anni fa. I protagonisti attorno a un tavolo per raccontarci come la sharing economy ha rivoluzionato la nostra vita

–       CONVEGNO INTERNAZIONALE – Centralità dei territori: Elogio della lentezza nei territori e della velocità nella connettività europee

–       CONVEGNO INTERNAZIONALE – Centralità dei territori: Rigenerazione urbana e valorizzazione turistica dei territori

–       Fare carriera in azienda non è il solo modo di avere successo. Diventa imprenditore!

Sicuramente mi soffermerò nel Global Start Up Village, per entrare in contatto con la creatività e le nuove tendenze che sono alla base dei questa industria

Per chi invece è interessato a lavorare nel settore turistico sabato ci sarà il Recruiting Day, aperto al pubblico, incontro organizzato dall’UTET, Bocconi e dell’Università di Bergamo

 

Sono molto felice che il No Frills abbia invitato la mia società TBnet a parlare di come il Travel Blogging e i social media incentivino il turismo. Negli ultimi anni ci sono state delle evidenze davvero significative. Noi faremo una carrellata di alcuni case history sia nazionali che internazionali e dedicheremo una parte dell’intervento ad ascoltare e rispondere alle domande e curiosità della platea.

Durante la fiera ci saranno moltissime attività interessanti e soprattutto la possibilità incontrare persone che operano in tutti i settori dell’industria del turismo. Per quanto riguarda le attività di networking vi consiglio il Travel Massive di venerdì alle 16.30 gestito da TM Milano, io sono la responsabile del chapter di Roma e ho testato personalmente quanto questo evento possa essere importante e utile per chi lavora nell’industria del turismo.